Mina Anselmi, nata a Vicenza nel 1902, si è formata artisticamente a Venezia nello studio di Alessandro Milesi, dal quale sarà influenzata per buona parte della sua attività. La sua pittura, già caratterizzata da un disegno essenziale con pennellate povere di colore, muta progressivamente verso un utilizzo del colore ancora più sobrio, mentre le figure si stilizzano grazie ad un tratto cloisonniste duro e incisivo che ne esalta la bi-dimensionalità. 

Molto interessante, anche se meno nota, la sua carriera di decoratrice, in particolare per ciò che riguarda le incisioni.