Angelo Pavan nasce a Vicenza il 28 Gennaio del 1893.

Pavan è un pittore autodidatta che grazie al suo talento innato riesce ben presto a intraprendere la carriera artistica.
Inizialmente abbraccia la tecnica pittorica divisionista e si specializza nella pittura di paesaggio. Si dedica in primis alla creazione di dipinti in cui raffigura la laguna veneta.
Il suo stile pittorico si evolve andando ad impiegare pennellate più larghe, corpose e spesse.

Partecipa a numerose esposizioni sia in Italia che all’estero. Degne di nota sono la partecipazione nel 1916 alla Permanente di Milano, la presenza nel 1920 all’Esposizione Nazionale d’Arte di Vicenza. Nel 1925 partecipa alla II Mostra annuale d’arte decorativa dove espone sei opere dedicate alla sua amata Chioggia, città in cui deciderà poi di trasferirsi.
Nel 1929 partecipa all'”Esposizione d’Arte Pura e Decorativa” tenutasi nella Basilica Palladiana. Nel corso degli anni anni ’30 il pittore vicentino prende parte a diverse altre esposizioni.
All’estero Pavan espone in città come Vienna, Praga Losanna e Lione.

Nel 1946 La Galleria Ranzini di Milano organizza una sua mostra postuma con trentotto opere.

Pavan muore nel 1945 a Venezia.