imageFrancesco Menzio pittore sardo a Torino dove arriva, con la famiglia, nel 1912. Nasce a Tempio Pausania nel 1899. Inizia a dipingere da giovane nello studio torinese di Felice Casorati e, nel 1923, allestisce la sua prima personale alla Galleria Pesaro di Milano. La sua prima Biennale veneziana invece è nel 1928 e, nello stesso anno, si reca a Parigi dove conosce la pittura degli impressionisti. L’anno successivo, sempre a Parigi, conosce Amedeo Modigliani. A Torino dipinge con Gigi Chessa, Enrico Paulucci, Carlo Levi, Nicola Galante e Jessie Boswell formando il gruppo dei Sei, tutti artisti accomunati da un interesse per la pittura francese, una forte vocazione all’europeismo e un’idea dell’arte libera da schemi di regime. Questa sua presa di posizione e questo atto di libertà è stato pesantemente criticato dalla stampa di regime durante la Biennale di Venezia del 1930. Nonostante sia stato apertamente un antifascista, la sua produzione non si arresta e i riconoscimenti, soprattutto dopo la fine della guerra, si moltiplicarono. Vi presento oggi questo olio su tela di cm. 100:70 di particolare bellezza. Si tratta di una veduta di Celle Ligure, firmato in basso a destra. Per qualsiasi informazione su questo dipinto e su altri telefonatemi al n. 3355730164, inviate una mail a vinlovat@tin.it oppure visitate il mio sito www.vincenzolovato.it dove troverete tutte le informazioni sulla mia attività.

WhatsApp chat