Aperto dal martedì al venerdì 16:00 – 19:30,  Sabato 10:00– 12:30, 16:00 – 19:30

Back to all Post

Arco K di Flos. Una rinascita

by in blog

La lampada Arco di Flos è un leggendario esempio di design italiano ed è conosciuta e apprezzata in tutto il mondo. Questa lampada viene ideata nel 1962 per mano di Achille e Pier Giacomo Castiglioni, nello stesso anno in cui anche l’azienda di arredamento e illuminazione Flos nasce.
Questa lampada è talmente emblematica che ha anche una sua pagina Wikipedia, essendo probabilmente la lampada di design più famosa al mondo, ma per ovvie ragioni non la più diffusa. È una lampada che ha avuto modo di arredare diversi contesti abitativi, ma non sempre è stata installata secondo quello che è stato il principio originario che ha portato alla sua ideazione. Infatti, la lampada nella mente dei progettisti nasce per proiettare luce su un tavolo, eliminando l’annoso problema dell’attacco delle lampade a sospensione.
La forma e i materiali scelti contribuiscono all’iconicità della lampada. Interessante pensare come all’inizio, nella mente dei designer, ci fosse l’idea di usare il cemento per base. Alla fine si optò per il marmo, sicuramente più raffinato. Impiegando un altro materiale, l’aspetto sarebbe stato totalmente differente.
Recentemente anche io ho avuto in galleria la lampada da terra Castiglioni e mi ricordo ancora l’imponenza e il peso di questo oggetto. Infatti il blocco di marmo pesa la bellezza di 65 kg, ma i designer avevano pensato a una soluzione per ovviare a questo problema; infatti, il foro presente nella base in marmo serve proprio ad agevolare il trasporto. Come, vi chiederete? Semplice, in questo foro è possibile inserire un manico di scopa in modo che la base possa essere spostata agevolmente da due persone.
Nulla, quindi, è stato lasciato al casa da parte dei due progettisti.

Recentemente, per festeggiare i sessant’anni di vita della lampada Arco di Castiglioni è stata lanciata da Flos una lampada Arco limited edition. “Arco K 2022 Limited Edition“. La particolarità della lampada è il fatto di avere la base di cristallo. Per il resto la lampada è identica a quella “originale”. Questa limited edition è stata creata in pochi pezzi e l’azienda la propone come un pezzo da collezione. Il cristallo è un materiale che ci rimanda alla mente un concetto di purezza e la totale trasparenza conferisce a questo elemento una leggiadria che in realtà non le appartiene. Questo pezzo di design potrà eguagliare l’iconicità della lampada realizzata in marmo?
Il remake di oggetti d’arte e design è sicuramente una pratica diffusa, spesso si tratta di trovate di marketing che vogliono risvegliare un’attenzione attenzione magari sopita. Il risultato di queste operazioni può essere più o meno valevole, quello che è certo è che lo studio alla base di questi interventi e molto e nulla è lasciato al caso, neanche in questo caso.

Fonte immagine: https://www.elledecor.com/it/design/a40254516/fuorisalone-2022-flos-fabbrica-orobia/